La regione mediterranea dell’Asia

La regione mediterranea dell’Asia comprende Turchia, Siria, Libano, Israele, Palestina e Giordania ( l’unico Stato a non avere uno sbocco sul Mediterraneo).

Si tratta di una regione che è stata culla di civiltà: fenici, ebrei, ittiti. Qui hanno avuto origine le due religioni monoteistiche: ebraismo e cristianesimo, ma la religione attualmente più diffusa è quella islamica. L’unica eccezione è Israele, a maggioranza ebraica.

In questa regione vivono popoli diversi. Gli arabi sono maggioranza in Libano, Giordania, Siria, mentre in Israele vivono gli ebrei.

Politicamente la regione è, a oggi, assai instabile e segnata da numerose guerre: il conflitto che dura da più di 50 anni tra palestinesi e israeliani, i conflitti per il controllo dei pozzi petroliferi ( le cosiddette guerre del Golfo), la guerra civile in Siria.

Di grande rilievo è il turismo religioso, con milioni di pellegrini che si recano a Gerusalemme, capitale di Israele , sacra per ebrei, cristiani e musulmani e dunque centro religioso di importanza mondiale.

Il primo Paese della regione che studieremo è Israele, al centro, da anni ma soprattutto in queste ultime ore, dell’interesse mondiale.

Proprio oggi infatti, il presidente americano Trump ha informato il mondo intero della sua decisione di trasferire a Gerusalemme l’ambasciata statunitense in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme, una decisione radicale che probabilmente complicherà il processo di pace tra Israele e Palestina. Spostando l’ambasciata, infatti, gli Stati Uniti riconosceranno Gerusalemme come capitale di Israele. La tensione nel mondo arabo è altissima e si teme l’inizio di una nuova guerra. Cercheremo di capirci qualcosa partendo dallo studio del Paese e della sua storia, antica e recente.

Qui il link diretto alla lezione tes

Screenshot_1